Ultimo ostacolo: il prezzo Bitcoin vicino al suo ‚punto più alto‘ da gennaio 2018

Non molto tra i 14.000 e i 20.000 dollari e con la crisi di liquidità sul lato dell’offerta, il prezzo di BTC potrebbe raggiungere un massimo di 34 mesi prima ancora che la settimana sia finita.

Il mercato del bitcoin si sta godendo un rally rovente

Mentre il mercato azionario continua a sentire il calore delle elezioni, il mercato del Bitcoin Era si sta godendo un rally rovente. L’analista Mati Greenspan nella sua newsletter quotidiana Qutamm Economics ha scritto,

„Questo tipo di azione rialzista in un momento in cui le azioni mostrano una maggiore volatilità non fa che aggiungere alla narrazione che il bitcoin può essere visto come un rifugio sicuro per coprire portafogli sempre più grandi“.

Con l’ultima mossa al rialzo, la valuta digitale era sulla buona strada per rompere il picco del 2019 di 13.900 dollari, a pochi millimetri dal suo „punto più alto“ dal gennaio 2018, prima di cadere circa il 4% a poco meno di 13.000 dollari.

Ieri sera il prezzo di bitcoin è arrivato quasi a 14.000 dollari, un livello che il mercato ritiene sia l’unica resistenza al massimo di 20.000 dollari di tutti i tempi. Greenspan ha detto,

„Si noti che tra i livelli di 14.000 e 20.000 dollari, non ci sono dati sui prezzi sufficienti per individuare punti di resistenza specifici. Sì, c’è ancora la possibilità di un grande ritracciamento. $14.000 è un grande punto di resistenza, e stiamo ancora guardando quel canale verso l’alto“.

Visto come „l’ultimo capo“ prima di raggiungere la vetta, non è per dire che non ci saranno intoppi lungo la strada, che quant trader Qiao Wang ritiene che „acquisterà opportunità per chi non ne possiede ancora abbastanza“.

Oggi, il prezzo di BTC è sceso sotto i 13.000 dollari, con un aumento di circa il 90% YTD, mentre gestisce il volume di trading „reale“ di oltre 3 miliardi di dollari. In ottobre, la principale valuta digitale era cresciuta di quasi il 30% in valore.

Con quest’ultimo ritracciamento, i BTC stanno già accadendo con l’atleta della NFL Russell Okung che salta proprio su questo.

Crisi di liquidità sul lato dell’offerta per farla saltare in aria

Nei giorni scorsi, la notizia di PayPal che permette ai suoi clienti di accedere alle valute criptate, la più grande banca di Singapore DBS soft lanciando il suo scambio fiat-to-crypto, e JPMorgan’s JPM Coin che effettua il suo primo pagamento da quando ha annunciato il suo sviluppo nel 2019, sta portando ad un aumento dell’interesse da parte delle istituzioni. Come ha detto Nic Carter di Coin Metrics a Bloomberg,

„Questo rally sembra essere più guidato da allocators con bilanci più ampi che da una raffica di investitori al dettaglio“.

Per non parlare di Fidelity Investments che lancia un fondo Bitcoin, Square che fa un investimento di 50 milioni di dollari nella valuta digitale, e MicroStrategy che lo rende parte del suo Tesoro.

„Sembra che ci sia più entusiasmo e che il cripto sarà usato più spesso“, ha detto Edward Moya, un analista di mercato senior di Oanda Corp. „Il mondo sembra pronto per una moneta digitale“.

Nel breve termine, con le elezioni presidenziali americane della prossima settimana, si prevede una volatilità. Ci si aspetta che le cose diventino „molto rumorose“ non solo a causa delle alte probabilità di un’elezione contestata, ma anche con l’Europa in fase di blocco.

Tuttavia, non ci vorrà molto a BTC per far esplodere 14.000 dollari, come è noto per le sue mosse esplosive. Anche Sven Henrich, il fondatore di NorthmanTrader, punta a 17.000 dollari a moneta. Ha preso nota Jake Chervinksy, General Counsel della Compound Finance,

„Gli analisti di Bloomberg pensano che BTC potrebbe raggiungere i 14.000 dollari entro la fine dell’anno? Così tanto? Prova la prossima settimana. Dopo tutto questo tempo, i tipi di finanza tradizionale non hanno ancora il senso della volatilità di BTC. L’imminente „crisi di liquidità sul lato dell’offerta“ li spazzerà via tutti“.

Written by