Fidelity Digital Assets Touts Bitcoin Credentials, in quanto le società quotate in borsa ora detengono oltre 600.000 BTC

Fidelity Digital Assets (FDA) afferma che la diversificazione di un portafoglio di investimenti con bitcoin è particolarmente essenziale ora che i tassi di interesse di riferimento a livello globale sono vicini o inferiori a zero. Il costo opportunità di non allocare al Bitcoin System è semplicemente più alto, spiega la FDA nella sua ultima tesi di investimento sul bitcoin. Le affermazioni della FDA vengono da un’unica indagine che ha rilevato che ben il 60% degli investitori intervistati ritiene che le attività digitali abbiano un posto in un portafoglio.

Fidelity Digital Assets afferma che in questi tempi di incertezza

Di conseguenza, Fidelity Digital Assets afferma che in questi tempi di incertezza, un portafoglio diversificato deve essere composto da attività che non hanno una correlazione con le attività tradizionali per periodi più lunghi. Solo pochi asset possiedono tale attributo e il bitcoin è uno di questi, secondo la tesi di investimento della FDA intitolata „Bitcoin’s Role as an Alternative Investment“.

Nella tesi, la FDA esorta „gli investitori che cercano di ricalibrare i loro portafogli per valutare la validità e l’impatto di un’allocazione al bitcoin per determinare se può svolgere un ruolo in un portafoglio multi-asset“.

I risultati di un’analisi della correlazione del bitcoin con altri asset da gennaio 2015 a settembre 2020 mostrano una media digitale di 0,11. Tale cifra, secondo la FDA, indica che „non c’è quasi nessuna relazione tra i rendimenti del bitcoin e gli altri asset“. Una bassa correlazione è un primo segnale incoraggiante nella valutazione di investimenti alternativi con utilità di diversificazione del portafoglio.

Stone Ridge rivela la partecipazione di 114 milioni di dollari in Bitcoin

Questa bassa correlazione potrebbe essere la ragione per cui le società quotate in borsa stanno aggiungendo le partecipazioni in bitcoin ai loro portafogli. In seguito all’annuncio di Square di aver acquistato bitcoin per un valore di 50 milioni di dollari, lo Stone Ridge Holdings Group (SRHG) si è unito a questo gruppo esclusivo dopo aver rivelato che il New York Digital Investment Group (NYDIG) sarà il custode dei suoi 10.000 bitcoin del valore di 114 milioni di dollari.

Nel frattempo, il numero di società quotate in borsa che detengono bitcoin come attività di riserva è ora salito a 18, come dimostrano i dati su bitcointreasuries.org. Le 18 società detengono un totale di 612.944 BTC, pari al 2,92% dell’offerta totale.

L’abbraccio continuo del bitcoin da parte dei grandi investitori è molto in accordo con la precedente tesi della FDA, che afferma che l’asset digitale è una riserva di valore alternativa.

Eppure, nonostante le conclusioni della FDA e di altri, alcuni critici sostengono che l’entusiasmo suscitato dagli investitori istituzionali che acquistano bitcoin non è altro che un’illusione volta a gonfiare il prezzo di BTC.

Reagendo alla notizia dell’annuncio della Stone Ridge Holdings, un utente di Twitter, Cryptowhale ha detto:

„Le istituzioni stanno mostrando allegramente le loro minuscole posizioni in bitcoin per creare clamore e, alla fine, scaricare su investitori al dettaglio sprovveduti. Questa è una tattica ingannevole che Wallstreet ha usato per decenni nel mercato azionario, e funziona ogni volta!

La Cryptowhale suggerisce che gli investitori istituzionali „hanno accumulato le valute crittografiche diversi anni fa a prezzi estremamente bassi“. Il critico spiega che „nessuno è costretto a rivelare le proprie posizioni BTC alla SEC, e quando lo fanno, si dovrebbe iniziare a mettere in discussione la loro vera agenda“.

Dall’annuncio di Square, il bitcoin è passato da poco meno di 10.500 dollari agli attuali 11.350 dollari per moneta.

Written by